CONFRONTO PROFESSIONALE 01/2018

0
152

Carissimi colleghi,

ad oggi posso dire che stiamo vivendo un periodo pieno di tante novità per la nostra professione.

La prima tra tutte è stato, dopo oltre 60 anni, il saluto definitivo all’IPASVI per aprire le porte all’attuale OPI, Ordine Professionale dove l’infermiere è coinvolto in prima persona e l’assistito verrà sempre più tutelato.

Innovazioni ci sono state anche a livello universitario. Il 15 marzo nella Facoltà di Medicina a Torrette di Ancona, è stato inaugurato il master di primo livello in infermieristica di famiglia e di comunità. Percorso di studio a dir poco importante per assistere la persona nel suo ambiente di vita.

Da non dimenticare inoltre la nostra giornata internazionale, il 12 maggio. La data come ben sapete non è casuale: è stata stabilita dall’International Council of Nurses, federazione composta da ben oltre 130 Associazioni Nazionali Infermieristiche, che rappresentano più di 13 milioni di infermieri nel Mondo. Il 12 maggio del 1820 nacque infatti Florence Nightingale, la fondatrice delle Scienze infermieristiche moderne. Il nostro ordine, come tanti altri, contribuirà a ricordare questo giorno organizzando una valida iniziativa nella città di Ancona.

Grande nota dolente ad oggi che andiamo in stampa, rimane ancora il contratto di lavoro. La stessa Barbara Mangiacavalli, presidente dell’Ordine, ha ribadito più volte che le previsioni normative contenute in esso, in particolare per la parte relativa all’organizzazione, non valorizzano l’esperienza e la competenza acquisita nel tempo dai professionisti impegnati nella difficile quanto fondamentale attività a valenza organizzativa. Tra le proposte effettuate dalla FNOPI possiamo citare il sistema di classificazione professionale (che a loro avviso allontana la presa in carico del paziente, proponendo di non stressare il sistema con altre sovra categorie che possono generare solo confusione nei ruoli), la definizione degli incarichi di funzione (non chiaramente esplicitata nella preintesa ma che dovrà  essere  garantita  a  tutti  gli  infermieri  attualmente  in categoria D, ma anche Ds) e l’organizzazione del lavoro (allo stato attuale nessuna norma che direttamente o indirettamente porta alla disapplicazione del  Dlgs 66/2003 riguardante l’orario di lavoro risulta accettabile).

Per quanto riguarda l’assemblea annuale degli iscritti il 23 marzo, all’unanimità, è stato approvato il bilancio consultivo e preventivo. Anche qui un passo avanti per realizzare il programma che insieme al consiglio ci eravamo prefissati a inizio mandato. Come sempre è nostra premura e dovere rispettare le nostre promesse investendo nell’impegno.

Un ringraziamento particolare va a tutti quei colleghi che durante le criticità atmosferiche del mese di febbraio hanno garantito nonostante le difficoltà negli spostamenti la continuità del Servizio Assistenziale. Osservare professionisti motivati e pronti a mettersi in gioco di fronte alle complessità non fa che valorizzare sempre più la nostra figura. Affrontare disagi come la neve, il freddo, le intemperie e con il rischio di mettere a repentaglio anche la nostra stessa vita penso sia un aspetto da giudicare sempre con orgoglio.

Concludendo la nostra rivista “Confronto Professionale” da questo numero non verrà più spedita nelle singole abitazioni ma verrà fatta pervenire in ogni struttura pubblica e privata, oltre gli indirizzi mail in nostro possesso. Rimarrà inalterata la semestralità e il download dal sito. Vi invito a comunicarci eventuali inesattezze di indirizzo o mancanza di ricevimento presso l’email rivista@ipasviancona.it in modo da effettuare eventuali modifiche nel numero successivo. L’ulteriore cambiamento che potrete osservare è la veste grafica. Dopo tanti anni, pur mantenendo l’eleganza abbiamo investito sulla leggerezza e leggibilità. I disegni della copertina saranno affidati all’infermiera Patrizia Prospitti, una nostra collega che gratuitamente e con la passione artistica arricchirà la nostra prima pagina.

Con la speranza di fare sempre del nostro meglio e di dar voce a tutti voi, rimango a disposizione per eventuali consigli e chiarimenti.

Il Segretario O.P.I Ancona

Dott. Giuseppino Conti

 

 

Per scaricare la rivista e gli articoli scientifici in versione integrale clicca nei link sottostanti:

CONFRONTO PROFESSIONALE 01/2018 TESTO INTEGRALE

   – OSPEDALE DI COMUNITÀ NELLA REGIONE MARCHE: ASPETTI CONCETTUALI ED OPERATIVI
   – UNO STRUMENTO OPERATIVO NELLA GESTIONE DELLA NED. PROGETTO DI IMPLEMENTAZIONE E FORMAZIONE DEL CAREGIVER
   – L’INDICE DI COMPLESSITÀ ASISTENZIALE (I.C.A.): METODOLOGIA E SPERIMENTAZIONE PRESSO L’I.N.R.C.A DI ANCONA
   – ACCESSO ALL’OSPEDALE DI COMUNITÀ, NELLA REALTÀ MARCHIGIANA: UNO STUDIO OSSERVAZIONALE DESCRITTIVO
Condividi